Come l’analisi delle ricerche e il monitoraggio del brand possono supportare le attività SEO e Social.

 

Un concetto spesso sentito come banale e trattato con superficialità, che rischia di diminuire anzi sminuire l’indotto proveniente dalla brand awareness e dagli investimenti pubblicitari ad essa dedicati.

Ma cosa significa davvero essere visibile per le ricerche di brand?
Innanzitutto vuol dire mappare tutte le esigenze informative che gli utenti esprimono on line su quest’ultimo.
Come?

Ci sono vari modi, i più immediati sono:

  1. Analizzare le ricerche correlate al brand suggerite da Google, es:

     

  2. La stessa analisi va condotta poi per i singoli topic

     

  3. Utilizziamo strumenti di keyword analisys come answerthepublic.com

     

  4. Settiamo uno strumento di Alert che comprenda anche le discussioni/citazioni che avvengono nel mondo social, come ad esempio talkwalker.

Tutte queste informazioni, raccolte in modo semplice e veloce, rappresentano un ottimo punto di partenza per:

  • Ideare un calendario editoriale capace di soddisfare i bisogni informativi degli utenti rispetto al nostro brand.
  • Articolare di conseguenza la diffusione dei contenuti, che può avvenire sia attraverso il sito/blog istituzionale, che mediante i canali social e pianificazioni di content marketing su portali terzi.
  • Identificare gli influencer giusti a seconda delle search intent e dei bisogni informativi espressi dagli utenti.
  • Supportare le strategie di social media marketing.
  • Supportare la link popularity. Il sistema di alert relativo al brand permette infatti di avere l’elenco dei siti da contattare per definire eventuali partnership e/o ottimizzazione dei contenuti.